OCCUPAZIONE E LAVORO DI CITTADINI STRANIERI NELLA REPUBBLICA DI CROAZIA

Permesso di lavoro

 a) cittadino di un Paese terzo

Nella Repubblica di Croazia un cittadino di un Paese terzo può lavorare sulla base di un permesso di soggiorno e di lavoro oppure di un certificato di registrazione del lavoro che può essere rilasciato sulla base della quota annuale o al di fuori della quota annuale. Con la Legge sugli stranieri (Bollettino Ufficiale della Repubblica di Croazia nn. 130/11, 74/13 e 69/17) sono prescritte eccezioni in base alle quali possono lavorare senza permesso di soggiorno e di lavoro ovvero senza certificato di registrazione del lavoro.

La procedura di rilascio di un permesso di soggiorno e di lavoro è di competenza del Ministero degli interni.

b) persone sotto protezione internazionale

Nella Repubblica di Croazia le persone sotto protezione internazionale possono lavorare senza permesso di soggiorno e di lavoro, ovvero senza certificato di registrazione del lavoro.

Il richiedente asilo consegue il diritto al lavoro alla scadenza del termine di nove mesi dalla data di presentazione della domanda di asilo sulla quale il Ministero degli interni non ha preso alcuna decisione, qualora il richiedente asilo con il suo comportamento non ha avuto influsso sui motivi della mancata decisione.

c) cittadini di uno Stato membro dello Spazio Economico Europeo e cittadini della Svizzera

Nella Repubblica di Croazia i cittadini degli Stati membri dello Spazio Economico Europeo e i cittadini della Svizzera possono offrire servizi senza permesso di soggiorno e di lavoro, ovvero senza il certificato di registrazione del lavoro.

Ricerca del lavoro nella Repubblica di Croazia

I cittadini stranieri nella Repubblica di Croazia possono cercare lavoro:

  • attraverso l’Istituto croato per l’occupazione (di seguito chiamato: “HZZ” – con l’aiuto di un consulente per l’occupazione o sul portale web “Borsa del lavoro”),
  • attraverso le agenzie di intermediazione nell’occupazione,
  • su Internet e
  • negli annunci diffusi sulla stampa.

 

Istituto croato per l’occupazione

In occasione della notifica nell’elenco dell’HZZ, alla persona disoccupata viene assegnato un consulente per l’occupazione il quale sarà di aiuto nel definire il potenziale lavorativo e le attività con le quali verrà migliorata la sua occupabilità, nella definizione delle occupazioni nelle quali essa ha le maggiori possibilità di essere assunta, le fornirà informazioni sullo stato del mercato del lavoro, consigli di carattere giuridico o aiuto nella scelta del programma di istruzione e qualificazione, nella redazione di curriculum e altro ancora.

 

Presso l’HZZ ci si registra presentando i seguenti documenti:

  • documenti identificativi validi rilasciati nel Paese di origine (carta d’identità o passaporto)
  • certificati circa la tipologia di scuola conclusa o diplomi
  • dato sul codice identificativo personale (OIB)

Altri particolari                                                                                                    

 

Occupazione nella Repubblica di Croazia

 

Nella Repubblica di Croazia il rapporto di lavoro si fonda su un contratto di lavoro. Il rapporto di lavoro può essere avviato a tempo determinato o indeterminato, a tempo pieno o a part-time.

Il contratto di lavoro deve essere stipulato in forma scritta, e qualora il datore di lavoro non offra la firma del contratto di lavoro, è tenuto a rilasciare un certificato di contratto di lavoro stipulato, cosa che deve essere fatta prima dell’inizio del lavoro.

Qualora il datore di lavoro prima dell’inizio del lavoro non stipulasse con il lavoratore un contratto di lavoro in forma scritta o non gli rilasciasse un certificato scritto di contratto di lavoro stipulato, si ritiene che egli abbia stipulato con il lavoratore un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Il datore di lavoro è tenuto a consegnare al lavoratore un esemplare della notifica all’assicurazione pensionistica obbligatoria e all’assicurazione sanitaria entro un termine di otto giorni dalla scadenza del termine per la notifica alle assicurazioni obbligatorie secondo una norma particolare.

 

A chi rivolgersi in caso di problemi con il datore di lavoro?

Qualora sussistesse il fondato sospetto che il datore di lavoro viola diritti e obblighi di cui al contratto di lavoro, è possibile presentare una denuncia al Ministero del lavoro e del sistema pensionistico – Ispettorato del lavoro – Ufficio Centrale, Petračićeva 4

www.mrms.hr → Posta elettronica: prijave.sredisnjiured@mrms.hr

 

Ulteriori informazioni per chi cerca lavoro e per i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea / dello Spazio Economico Europeo si possono trovare nella pubblicazione “Living & Working in Croatia“, disponibile sul sito Internet dell’Istituto croato per l’occupazione.

Altri particolari

 

Link essenziali e dati di contatto

 1. Istituto croato per l’occupazione

Ufficio Centrale

Radnička cesta 1, 10000 Zagabria

Telefono: +385 1 612 6000

Posta elettronica dell’HZZ: hzz@hzz.hr ;

Posta elettronica dell’EURES: eures_hr@hzz.hr

 

2 Ministero del lavoro e il sistema pensionistico

Ulica grada Vukovara 78, 10000 Zagabria

Telefono: +385 1 610 60835

Indirizzo di posta elettronica: info@mrms.hr

Migracije